Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_dublino

Un diario della rivolta: James Stephens e "L'insurrezione di Dublino"

Data:

25/04/2016


Un diario della rivolta: James Stephens e

Presentazione della prima traduzione italiana

Enrico Terrinoni e Riccardo Michelucci, rispettivamente traduttore e curatore, presenteranno il libro insieme al filosofo Giulio Giorello.Durante la serata anche la proiezione di un documentario sul GPO di Concetto La Malfa. Partecipazione speciale di Muriel McAuley, Cumann Gaolta 1916. “James Stephens ha la sensibilità piú vivida di qualunque altro scrittore irlandese al giorno d’oggi. Ha tenuto un diario, annotando giorno dopo giorno ció che vedevano i suoi occhi tanto acuti.” George Russell James Stephens è stato un poeta e scrittore irlandese, vissuto nella prima parte del 20esimo secolo. L’insurrezione di Dublino racconta gli effetti che l’Easter Rising del 1916 ebbe sul dublinese medio. L’autore ricorda il giorno in cui, girando l’angolo, vide una folla di curiosi, intenti a guardare tutti in un’unica direzione: Sinn Fein aveva occupato una parte della cittá. Non si tratta di un libro politico: esso contiene le osservazioni dell’autore. La prima reazione, nota Stephens, è di sorpresa e di rabbia. Con il passare dei giorni, le persone iniziano a sorridere, orgogliose dell’opera dei propri compatrioti. Giulio Giorello é filosofo, matematico ed epistemologo. Si è laureato in filosofia nel 1968 e in matematica nel 1971, all’Universitá degli Studi di Milano, dove è stato allievo di Ludovico Geymonat. Nella sua ricerca, si concentra –fra le altre cose- sulla relazione fra scienza, etica e politica. Attualmente insegna Filosofia della Scienza all’Universitá degli Studi di Milano, ed è presidente della SILFS. Riccardo Michelucci é giornalista e scrittore. Contribuisce regolarmente al quotidiano L’Avvenire, su cui scrive di cultura, storia e diritti civili, con attenzione particolare per l’Irlanda e l’Europa Orientale. Ha lavorato – e lavora tuttora – per Rai Radio 3 e per il gruppo l’Espresso. Ha scritto Storia del conflitto angloirlandese (Odoya, 2009), L’ereditá di Antigone, (Odoya 2013). Ha curato L’insurrezione di Dublino e tradotto New York di Brendan Behan. Enrico Terrinoni é professore associato di Letteratura Inglese all’Universitá per Stranieri di Perugia. Ha conseguito un dottorato di ricerca in Letteratura Anglo-Irlandese presso lo UCD. La sua traduzione dell’Ulisse (2012, in collaborazione con Carlo Bigazzi) è stata oggetto di piú di 100 recensioni in un anno. Al momento sta lavorando ad una traduzione di Finnegans’ Wake, insieme a Fabio Pedone.

Informazioni

Data: Lun 25 Apr 2016

Ingresso : Libero


654